Levi’s Jeans

Levi's jeans

Jeans Levi’s uomo 511: per ottenere la massima libertà di movimento

Ci sono alcuni jean Levi’s ormai diventati delle vere e proprie icone di stile, come ad esempio i famosi Levi’s 501. Si tratta di jeans eccezionali che offrono una vestibilità impeccabile, che sono resistenti e che possono essere considerati evergreen. Tutto questo è vero, ma alcuni uomini lamentano la loro incapacità di garantire la massima libertà di movimento. Effettivamente alcuni modelli sono piuttosto rigidi e di certo non pensati per tutti coloro che desiderano ottenere uno urban style piuttosto easy, che consente di muoversi al meglio da una parte all’altra della città, magari in bicicletta, magari in skateboard, senza alcun tipo di difficoltà. Così nascono i Levi’s jeans, perfetti per rispondere alle rinnovate esigenze degli uomini di oggi.  [...] 

Calcolo strutturale online

calcolo strutturale

Siete alla ricerca di una guida per il calcolo strutturale online? Questa pagina potrebbe fare al caso vostro. Rubate cinque minuti del vostro tempo libero e leggete attentamente quanto scritto. I calcoli strutturali sono indispensabili per la fase di progettazione di una qualsiasi opera edilizia. Questo processo comprende tutte quelle operazioni che rendono il progetto sicuro e resistente.

All’interno della relazione dei calcoli strutturali relativi al progetto si troverà l’elenco dei materiali e la loro quantità (legno, acciaio, blocchi di cemento armato, travi etc…), una stima dei costi relativa al materiale utilizzato, le misurazioni relative alle dimensioni dell’opera o ad una sua ristrutturazione. Inoltre il calcolo strutturale viene utilizzato, anche per prevenire un possibile cedimento della struttura in caso di attività sismica.

Ogni impresario, ingegnere o architetto deve essere in grado di poter produrre accuratamente una relazione riguardante il calcolo strutturale (implementando all’interno di esso i vari grafici e tabelle relativi alle specifiche della costruzione o ristrutturazione dell’opera edile).

C’è da sottolineare, che la realizzazione di tale documento richiede parecchie capacità, per cui,il mio consiglio è di non andare a scegliere il servizio più economico sul mercato senza conoscerne le loro capacità, ma di incaricare un professionista con una buona esperienza e ben recensito.

Inoltre c’è da aggiungere che il professionista deve avere una conoscenza approfondita relativa alle prescrizione normative: NTC 2008 prescrizioni normative relative al territorio Italiano oppure agli Eurocodici Strutturali relativi al territorio dell’Unione Europea.

L’avvento della tecnologia ha dato la possibilità di offrire nuove soluzioni per poter facilitare il lavoro dei professionisti per la realizzazione di tabelle e grafici relativi alla redazione dei calcoli strutturali, grazie all’implementazione di software per la computerizzazione dei dati.

Un altro servizio offerto dal Web consiste nella possibilità di poter realizzare il calcolo strutturale online. Questo sistema permette di soddisfare tutte le esigenze del cliente, grazie alla collaborazione di esperti nel settore durante la fase esecutiva del progetto.

Esistono varie tipologie riguardanti il calcolo strutturale online: progettazione oppure quantitativo di cemento armato, i quali differiscono nella loro procedura. Bisogna aggiungere che, il calcolo strutturale online, si può migliorare grazie all’implementazione di ingegneri strutturisti in grado di prevenire eventuali anomalie durante la progettazione.

Architetti online per progettare casa con i rendering 3D

rendering 3d

I rendering 3D rappresentano l’ultima frontiera della grafica tridimensionale, con proficua applicazione soprattutto nei settori dell’edilizia e del design. Si tratta di rappresentazioni estremamente realistiche di progetti tecnici, ottenute grazie all’impiego di software dedicati, capaci di convertire in immagini immediatamente comprensibili, chiare, dettagliate ed esaustive, dati altrimenti fruibili agevolmente solo da personale specializzato. Si possono ottenere online tramite siti specializzati o professionisti come architetto-online.eu.

I vantaggi del rendering 3D

Inutile dire quanto vantaggiosa possa dimostrarsi tale innovazione, soprattutto quando gli effetti positivi del suo impiego investono tutti i soggetti interessati! Pensiamo alla costruzione di un edificio, ex novo. Un progetto simile coinvolge protagonisti diversi: ci sarà un ideatore, un esecutore materiale, talvolta un venditore e, infine, un fruitore.

Ciascuno di essi è portatore di interessi differenti nei confronti dell’opera; interessi che sono economici, ma non solo. Grazie ai Rendering 3D, si possono conciliare agevolmente le esigenze di tutti. Proviamo ad analizzare i vantaggi introdotti dall’uso dei Rendering 3D in ambito edile, focalizzandoci sulla portata e sul modo in cui essi si distribuiscano su tutti i protagonisti dell’impresa.

Cominciamo dal progettista, padre dell’idea, che deve assicurarsi che la sua proposta risulti chiara in ogni sua parte, innanzitutto a chi si occuperà della realizzazione materiale. Questo, onde evitare che incomprensioni e dubbi sul modo di procedere possano rallentare i lavori e comportare un aggravio dei costi di esecuzione.

Se, però, il costruttore resta un operatore del settore, in grado, perciò, di portare avanti la realizzazione anche avvalendosi di strumenti progettuali meno sofisticati dei Rendering 3D, è la comunicazione con il cliente, acquirente o committente che sia, a giovare al massimo dei benefici connessi all’impiego di questa tecnologia. E questo vale tanto per l’architetto, quanto per il designer o l’agente immobiliare, ciascuno nella specificità del suo rapporto con la clientela.

Il punto è che, grazie ai Rendering 3D, caratteristiche, pregi e difetti del prodotto sono immediatamente individuabili e, se necessario, modificabili già in fase di progettazione, senza esborsi aggiuntivi e senza effetti sulle tempistiche di realizzazione. Siete indecisi sul colore delle pareti? O sulle dimensioni della finestra in cucina? Niente paura: i Rendering 3D ci sono anche per questo!

Potrete modificare tutto ciò che vorrete, fino a trovare la soluzione che più vi soddisfa, in piena serenità: lo farete all’interno di una realtà virtuale, molto tempo prima che imbianchino o falegname mettano piede in casa. Lo stesso vale per chi affida ad un arredatore il compito di cambiare look al proprio appartamento. Con un tour simulato all’interno degli ambienti, potrete sperimentare, preventivamente, gli effetti concreti delle potenziali modifiche, non soltanto sul piano estetico.

Ristrutturazione case Roma: quello che devi sapere

ristrutturazione case Roma

In generale la ristrutturazione di una casa non richiede grandissimi adempimenti preliminari, ma ci possono essere delle situazioni in cui dovrai seguire delle procedure ben specifiche per evitare di violare delle normative nazionali e locali. In questo articolo vediamo gli adempimenti preliminari per la ristrutturazione case Roma.

Per le forme di ristrutturazione straordinaria dovrai fare una denuncia all’ufficio competente, e in casi particolari dovrai richiedere la concessione edilizia, che ti verrà rilasciata dal Comune di Roma, o da quello in cui si trova l’immobile.

La ristrutturazione straordinaria è quella che determina delle modifiche sostanziali nell’immobile che andrai a ristrutturare a Roma, come accade con l’abbattimento di muri oppure con variazioni che possono riguardare la parte esterna di una casa. L’esempio classico è l’aggiunta di elementi come le tettoie, ma anche le finestre e i balconi, nel caso in cui non ci fossero in precedenza.

Per i lavori di manutenzione ordinaria, invece, dovrai semplicemente dare comunicazione dell’avvio degli stessi all’amministratore di condominio, e sarebbe buona norma anche avvisare, magari con una comunicazione presente in bacheca, i condomini dell’inizio dei lavori di ristrutturazione casa Roma.

Ristrutturazione casa Roma: la progettazione e i preventivi

Dopo aver capito che cosa dovrai fare per ristrutturare a Roma la tua casa, sarà il momento di lasciare l’incarico agli esperti della ristrutturazione case Roma ai quali ti sarai rivolto. Questi dovranno effettuare la progettazione degli interventi e anche i preventivi, grazie ai quali conoscerai sia il tipo di attività che svolgeranno, sia le tempistiche generali che seguiranno.

Solo nel momento in cui avrai visionato tutti i preventivi potrai approvarli e decidere di avviare i lavori di ristrutturazione casa Roma. Ovviamente, durante lo svolgimento dei lavori potranno sempre presentarsi dei contrattempi, che magari potrebbero allungare le tempistiche per la ristrutturazione, o potrebbero modificare i costi.

Tuttavia, bisognerebbe ridurre al minimo queste variazioni, per evitare che queste pesino eccessivamente sia sullo svolgimento pratico dei lavori, sia sulle tue finanze. Fatti sempre rilasciare le fatture, e paga i lavori di ristrutturazione con metodi tracciabili: in questo modo potrai anche accedere agli incentivi e agli sgravi fiscali previsti per chi effettui questi interventi.

Arredamenti Torino in stile scandinavo e industrial

Arredamenti Torino

Se stai pensando di arredare la tua nuova casa a Torino in stile scandinavo o industrial, hai bisogno di qualche idea che ti possa ispirare prima di scegliere i mobili nei negozi di arredamenti a Torino. Vediamo nei dettagli quali sono le principali caratteristiche di questi due stili di arredo.

Arredamento scandinavo Torino

Lo stile scandinavo, anche detto stile nordico, si caratterizza per un orientamento verso la natura, l’armonia e la purezza. La casa deve trasmettere calore ma, nello stesso tempo, risultare candida e di classe. I pavimenti da preferire sono in legno, una scelta ottimale per questa tipologia di stile per gli arredamenti Torino è quella di optare per un rovere sbiancato, per un effetto ancora più candido possono invece essere preferite delle resine bianche capaci di dare anche un tocco di modernità a tutto l’insieme.

I materiali sono grezzi e mai lucidi e, tutti i complementi nel loro insieme devono rispettare una precisa linea di colore: un bianco neutrale capace di far entrare tutta la luce naturale all’interno dell’abitazione. Sono ammesse comunque altre tonalità come il nero per alcuni dettagli e tinte pastello per tendaggi, cuscini e accessori.
Nello stile scandinavo viene data particolare importanza alla scelta del tessile che deve essere ad hoc per dare un senso di calore e accoglienza per cui vanno preferiti tessuti come lana e cotone.

Arredamenti Torino in stile Industrial

Lo stile industrial per gli arredamenti Torino è una scelta affascinante e di grande effetto sopratutto per chi dispone di un’abitazione caratterizzata da grandi spazi aperti. La struttura architettonica migliore per realizzare al meglio questa tipologia di arredamento è quindi rappresentata dai loft e dagli open space.

Gli elementi strutturali si caratterizzano per mettere in evidenza l’aspetto architettonico come travi a vista ma anche soppalchi in ferro che si fonde alla perfezione con il legno e il metallo dei mobili. Gli arredamenti Torino in questo stile sono funzionali e basici, caratterizzati da superfici ruvide lasciate grezze, magari impreziosite da graffi e scalfitture capaci di dare ancora più vigore e bellezza a questo stile.

Una delle caratteristiche principali dello stile industriale è infatti rappresentato dalla presenza di mobili autentici, formato da pezzi essenziali, mobili di recupero, accessori vintage e complementi d’arredo dalle linee pulite e mai invasive. I colori sono neutri ma, per uno stile industriale perfetto, non deve mai mancare il grigio da utilizzare per i decori come lampade, cuscini e tessuti di poltrone e divani.

L’illuminazione deve essere naturale il più possibile data da grandi vetrate impreziosite da infissi in metallo mentre, per quanto riguarda l’illuminazione artificiale, possono essere accostati tra loro faretti, lampade a sospensione e lampade da terra in acciaio che siano in grado di richiamare in maniera perfetta la tipica conformazione di una fabbrica.

Come stuccare un foro prima di imbiancare

imbianchino Milano

Quando si deve procedere all’imbiancatura di una parete, è importante anche cercare di eliminare tutti i buchi e le irregolarità che si possono trovare sulla parete medesima, stuccare i fori, in modo da procedere ad un’imbiancatura davvero impeccabile. Per fare ciò potrebbe essere necessario livellare alcune sporgenze e anche eliminare i fori nel muro.

Di conseguenza è necessario sapere come stuccare un foro nel muro prima di procedere all’imbiancatura. Si può trattare di un foro lasciato da una vite, da un chiodo nel muro, che è necessario sigillare con dello stucco per ottenere una superficie liscia.

Come si stucca il foro nella parete

Ma come si procede a questa operazione? Se ci si trova di fronte a dei piccoli fori, ad esempio quelli che sono provocati da chiodi o viti nella parete che non sono più larghi di 1 cm di diametro, bisogna cominciare a rimuovere dei pezzetti di intonaco che possono trovarsi vicino al foro e che potrebbero sbriciolarsi.

Così facendo si potrebbe allargare leggermente il buco, ma non c’è problema. Togliete polvere, calcinacci e frammenti poco stabili. A questo punto, potete anche inumidire il foro nella parete per cercare di eliminare meglio i calcinacci, e poi si procedere a stuccare il foro.

Per stuccare il foro avrete bisogno di stucco per muri, che potete facilmente acquistare da qualsiasi rivenditore di materiali edili, oppure contattate un imbianchino milano per lo svolgimento del lavoro complessivo (comunque si possono trovare in commercio anche piccoli sacchetti di stucco). Una volta procurato lo stucco per i muri, lo dovrete preparare secondo le indicazioni: bisogna amalgamarlo con acqua fino a che si ottiene una sostanza di una certa consistenza.

Stuccare il foro, ecco come procedere

A questo punto, una volta che avrete predisposto lo stucco, dovete usare uno strumento come una spatola per riempire il foro nella parete in profondità. Si tratta di un particolare importante, il foro deve essere completamente riempito dallo stucco: tenete anche conto che quando questo materiale si asciuga tende a ritirarsi, quindi abbondate nell’utilizzo.

Una volta che lo stucco sarà asciutto e il foro riempito, dovete semplicemente livellare il foro usando la carta vetrata fine per completare il lavoro. Se il buco è di grosse dimensioni usate invece malta rapida, e pronta per l’utilizzo, in modo da riempire più velocemente e in modo migliore il foro che si è creato nella parete.

Cucine muratura moderna Roma

cucine muratura moderna

Le cucine in muratura moderne vengono realizzate in legno e decorate da elettrodomestici, accessori e top di ultima generazione, ma non solo, si possono integrare anche faretti per illuminare il piano di lavoro. Questo tipo di cucina in finta muratura, che potete trovare nei negozi di cucine Roma viene scelto dalle persone che desiderano avere una cucina in muratura ma non posseggono le finanze per far si che un’azienda specializzata la possa realizzare.

All’interno delle cucine in muratura moderna si possono personalizzare le cappe, aperture elettriche ed integrare la cucina con la radio in filo diffusione ed aggiungere anche il bluetooth, tutti questi accessori rendono la cucina unica e funzionale.

Le composizioni delle cucine Roma in muratura moderna

La cucina in muratura moderna può essere realizzata con isola, ad angolo, lineare o con penisola il tutto per ottimizzare al meglio gli spazi occupando anche gli angoli morti, questo stile del tutto attuale viene distinto da linee guida del passato.

I vantaggi di realizzare le cucine in finta muratura sono molteplici ed hanno sia funzionalità ma anche per estetica, infatti si può rendere coinvolgente inserendo archi, inserire nicchie e far realizzare strutture particolari, così da far sempra la cucina sempre nuova nel arco del tempo, cambiando il colore a proprio gusto e piacimento.

Cucine Roma in muratura moderna: i prezzi

Altri vantaggi di queste cucine sono il prezzo, infatti come accennatto in precedenza questo tipo di cucina rispetto a quella in muratura costa 1/3 del prezzo, il tempo di realizzazione di queste fantastiche cucine Roma è minore e quindi ci sarà un costo inferiore di manodopera, ed infine, non meno importante, queste cucine sono facili da installare perché gli elementi come pensili, basi ed altro sono realizzati su misura.

Esistono vari modelli di cucine in muratura moderna, ad esempio lo stile country, lo stile contemporaneo e rustiche, un dubbio che può insorgere nel far realizzare la cucina in finta muratura può essere che visimamente non dia il risultato sperato, ma invece non è cosi, anche se queste cucine sono preassemblate possono somiliare molto alla cucina in muratura realizzata in loco. Rendete la vostra casa strabiliante con queste cucine Roma in muratura moderna realizzate in poco tempo e che lasceranno i vostri ospiti senza fiato per la loro bellezza.

Come organizzare il tuo arredamento bagno Milano

arredo bagno Milano

Se stai pensando di rinnovare il tuo bagno a Milano ed hai poco spazio a disposizione, è utile trovare delle soluzioni che ti permettono di creare un ambiente confortevole. Sfruttando l’altezza della stanza fino al soffitto, potrai disporre i mobili del tuo arredamento bagno Milano, ottimizzando gli spazi, dandogli un aspetto più grande.

È molto importante per una stanza da bagno dare una sensazione di spazio liberandola dal superfluo. È spesso l’accumulo di accessori, oggetti, prodotti di bellezza che danno al bagno la sensazione di un bazar. Un piccolo consiglio, in primo luogo fai una grande selezione degli oggetti e prodotti! Ciò che non hai usato per diversi mesi, puoi eliminarlo.

E per il resto, investi in scatole con colori identificabili per dare la priorità a tutti i tuoi articoli.
Aggiungi dei cassetti per ordinare facilmente e trovare tutto ciò di cui hai bisogno. Libera i bordi della tua doccia o vasca da bagno da tutti i prodotti per la cura e la bellezza aggiungendo un porta sapone o dei ripiani in metallo. La tua doccia e la tua vasca ti daranno improvvisamente un senso di spazio!

Sfrutta ogni angolo del bagno

Guarda la tua stanza ed esplora ogni angolo del tuo arredo bagno Milano. Ricordati di aggiungere grucce alle pareti, di appendere i tuoi accessori. Aggiungi ganci appendiabiti alla tua porta per gli asciugamani e l’accappatoio. Dai magneti allo specchio per le piccole cose della vita di tutti i giorni.

Inoltre, utilizza tutto lo spazio disponibile sotto il lavandino per non perdere superficie utile. Approfitta di questo posto per installare cassetti scorrevoli che saranno utili per sistemare i tuoi asciugamani come i tuoi prodotti di bellezza o i tuoi prodotti per il bagno!

Non esitare ad aggiungere mensole alle pareti del bagno, saranno utilizzate per riporre tutte quelle piccole cose che non trovi mai (pinzette, trucco, rasoi, cotone, ecc.). Con tutti questi consigli trasformerai il tuo piccolo bagno Milano, in una grande area di benessere!

Completa il tuo arredo bagno Milano

Per completare l’arredamento bagno Milano puoi installare alcuni mobili ed accessori utili che ti consentiranno di sistemare i tuoi articoli in modo pratico sfruttando le pareti del tuo bagno in tutta la loro altezza. Di seguito alcuni elementi da aggiungere al tuo arredo bagno Milano:
• Colonna bagno
• Mobile bagno con specchio
• Mensola da bagno
• Specchio da bagno
• Mobiletto da bagno

Tipologie di finestre e infissi Roma

infissi Roma

Quando si decide di cambiare e installare delle nuove finestre a Roma, la scelta del materiale è fondamentale. Per questo è utile contattare un professionista di finestre e infissi Roma (falegname, vetraio, installatore di finestre) che risponderà a tutte le richieste e fornirà informazioni preziose e informate sulla scelta della tipologia e del materiale degli infissi. Sia in termini di estetica, prezzo, potenza termica e acustica, ma anche facilità di manutenzione, vincoli ambientali che fanno riferimento ad esso, il professionista informerà il cliente di tutto ciò che ha sapere.

Infissi Roma: le proprietà dei materiali

Per quanto riguarda i materiali degli infissi Roma, c’è in primo luogo il PVC, che è un materiale molto isolante e si adatta a tutti gli stili di decorazione. Possiamo trovare questo materiale ovunque, sia nei supermercati, negozi di bricolage, siti specializzati e rivenditori di infissi Roma.

Spesso, il professionista ha una partnership industriale per limitare la quantità di plastica nello sviluppo della finestra in PVC in modo che sia la più riciclabile possibile, la più economica e la più ecologica possibile. Essendo il materiale più rappresentato e diffuso, è molto facile acquisire e trovare, in base alla forma, i colori e le dimensioni desiderati. Il legno è un materiale nobile e caldo che sta riscuotendo interesse negli ultimi dieci anni.

In effetti, persone e professionisti del settore dei serramenti attribuiscono importanza a questa consapevolezza ecologica ed economica. Basta guardare le finestre di abete o larice che offrono prezzi molto convenienti. Anche qui negozi specializzati nella vendita di infissi Roma e siti web dedicati all’installazione di finestre e porte offrono scelte sostanziali per il legno.

Infine, l’alluminio soddisfa esigenze precise con un materiale attuale, elegante e solido. Si trova maggiormente tra i produttori di finestre e infissi Roma, alcuni falegnami e negozi specializzati nel fai-da-te.

Quale materiale scegliere per rinnovare i serramenti Milano?

serramenti Milano

Se devi rinnovare i serramenti Milano della tua casa, è importante valutare i tipi di materiali disponibili in commercio nei negozi e negli showroom serramenti Milano, oltre alle loro caratteristiche tecniche. Puoi scegliere tra 5 tipi di materiali o assemblaggi che hanno ciascuno delle qualità e dei difetti. Vediamoli nel dettagio:

• Serramenti in PVC: il miglior rapporto qualità-prezzo, ma non si prestano bene per le grandi aree;
• Serramenti in legno: molto estetico, prezzo nel mezzo della gamma, ma richiede una manutenzione regolare;
• Serramenti in alluminio: molto resistente ed elegante ma il prezzo è quello più alto. Da evitare nelle regioni molto fredde;
• Serramenti in legno / alluminio: combina i vantaggi del legno e dell’alluminio, da preferire se si ha il budget;
• Serramenti in PVC / alluminio: meno qualitativo del mix alluminio e legno, ma anche più economico.

Per un maggiore isolamento termico, è preferibile scegliere un telaio in legno o PVC piuttosto che un telaio in alluminio dotato anche di un sistema a taglio termico. I telai misti in legno / alluminio o PVC / alluminio presentano molti vantaggi che li rendono i più costosi sul mercato dei serramenti Milano, ma anche i più affidabili, i più robusti, i più efficienti.

La superficie esterna in alluminio offre la massima protezione per legno o PVC dai pericoli climatici (pioggia, neve, raggi UV). La manutenzione di questi prodotti è molto limitata. Come parte di un approccio ecologico, non è consigliabile acquistare serramenti Milano in PVC al 100%, materiale inquinante o legno esotico a causa della deforestazione.

Quali vetri per i tuoi serramenti Milano?

Per fare la scelta giusta nell’acquisto dei serramenti Milano, è necessario confrontare le prestazioni termiche dei tipi di vetri. Il doppio vetro rinforzato è composto da due vetri separati e la vetratura interna è trattata con “bassa emissività”, che riduce notevolmente le perdite termiche.

Come parte di un progetto in una casa passiva o a basso consumo, puoi optare per le vetrate triple. Il guadagno dell’isolamento rispetto a un doppio vetro è interessante e offre un buon isolamento termico.

È possibile la ristrutturazione parziale degli infissi?

È abbastanza possibile, ma solo su infissi in legno. Cambiare i vetri singoli con i doppi vetri è un’operazione relativamente semplice da eseguire, ma non cambierà nulla se le finestre o il telaio sono in cattive condizioni.

Quindi per mantenere sul nuovo vetro tutte le sue prestazioni termiche, acustiche, ermetiche e luminose è meglio cambiare l’intera apertura. Nel caso in cui si scegliesse per questa soluzione, assicurarsi in anticipo che lo spessore dell’apertura possa sostenere il peso dei nuovi vetri.

Punti da ricordare

• Fai un’analisi dei tuoi vecchi serramenti Milano prima del cambiamento;
• Scegli materiali e vetri in base al risparmio energetico desiderato;
• Per ottimizzare l’isolamento acustico, preferire vetri appositamente progettati per questo;
• Fai una ristrutturazione parziale solo se non puoi fare diversamente;
• Completa le tue nuove finestre con tapparelle e persiane esterne;
• Per alcuni di questi lavori è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali.

5 consigli per effettuare una ristrutturazione Milano

ristrutturazione Milano

La ristrutturazione di un appartamento o di una casa è un operazione che richiede molto tempo oltre ad un notevole investimento economico, specialmente in una città come Milano. I suggerimenti di seguito ti aiuteranno a realizzare questo progetto evitando gli errori più comuni e a scegliere l’impresa di ristrutturazione Milano a cui affidare i lavori edili della tua casa.

1. Presenta il tuo progetto a diverse ditte ristrutturazione Milano: chiedi un preventivo dettagliato per iscritto sul costo del lavoro, della manodopera e dei materiali inclusi per la ristrutturazione casa o per la ristrutturazione bagno. Tieni presente che non è necessario cercare il prezzo più basso, perché un lavoro a basso costo non garantisce qualità. La reputazione dell’azienda è molto importante, quindi è necessario chiedere al maggior numero di persone possibile informazioni sui lavori realizzati in precedenza.

2. Esegui da solo i lavori più semplici: se alcune parti del lavoro sembrano facili da fare o adatte alle tue capacità, non esitare a farle da solo. Questo oltre a farti risparmiare, ti darà una sensazione molto gratificante di aver svolto parte del lavoro da solo, a patto di non commettere errori. La maggior parte delle persone che hanno un po’ di dimestichezza possono effettuare lavori semplici, come ad esempio la tinteggiatura.

3. Fai includere nel contratto una clausola di fine lavori prima dell’inverno: almeno completare il tetto prima della stagione invernale. L’ impresa di ristrutturazione Milano accetterà di completare il lavoro prima dell’inizio di una stagione piovosa fissando una data, ad esempio il 15 ottobre, perché è la fine dell’autunno e l’inizio della stagione delle piogge, l’inverno è generalmente un periodo piovoso.

4. Assumere un direttore dei lavori: organizzare visite settimanali con il caposquadra o l’imprenditore stesso per verificare lo stato di avanzamento dei lavori. L’idea non è di ostacolare il lavoro, ma di intervenire su un dettaglio che non ti soddisfa prima che sia troppo tardi per correggerlo.

5. Ispeziona il lavoro ogni giorno, una volta che gli operai se ne sono andati: potresti volere prese elettriche, luci o lavandini in numero maggiore rispetto a quelli nei piani. Per la maggior parte di noi, è più facile realizzare le cose dal vivo piuttosto che sul disegno. Inoltre, se si nota un guasto, come una presa d’aria del bagno, è possibile avvisare il direttore dei lavori il giorno successivo. Più lavoro progredisce, più seppellirà i piccoli difetti.

Arredamento Roma: come scegliere i mobili

arredamento Roma

Se ti sei appena trasferito nella casa dei tuoi sogni a Roma, è abbastanza naturale che ti poni la domanda: come arredarla? Ovviamente, potresti optare per una soluzione rapida ed economica scegliendo dei mobili semplici, ma se vuoi dare un tocco personale alla tua casa devi considerare diversi parametri nella scelta dei mobili, tra cui la qualità, funzionalità, spazio disponibile e prezzo. Ecco una piccola guida che dovrebbe aiutarti a scegliere l’arredamento Roma per la tua casa.

Calcolare il budget per gli arredamenti Roma

La prima cosa che devi fare prima di scegliere l’arredamento Roma del tuo appartamento o della tua casa è stabilire un budget. Vuoi risparmiare soldi e acquistare mobili più economici? Va anche tenuto presente che l’armadio economico non si chiuderà mai correttamente e che il grazioso divano a basso costo andrà certamente in pensione prima del tempo. Questi oggetti sono un investimento per il futuro e forse è meglio pagarli un po’ di più per goderseli nel tempo.

Prendere le misure della casa

Un letto molto grande potrebbe essere allettante, sarebbe un peccato però se occupasse l’intero spazio della tua camera da letto! Per evitare questo tipo di delusione, inizia misurando tutto: le stanze della tua casa, le aperture, per non parlare dell’altezza del soffitto. Devi solo fare lo stesso con i mobili che ti interessano per assicurarti che si adattino perfettamente alla tua casa.

Definire in anticipo la posizione di ogni mobile

Al di là delle misurazioni, è meglio organizzare “virtualmente” il tuo appartamento prima di acquistare nei negozi di arredamenti Roma qualsiasi cosa. Per questo, è possibile utilizzare una delle tante applicazioni disponibili gratuitamente su Internet, o semplicemente prendere un foglio e una matita e disegnare una pianta delle stanze con i mobili che si prevede di installare. Sarai in grado di visualizzare il progetto finale, adattarlo e prevedere lo spazio necessario per i passaggi e le aperture (porte, finestre).

Arredamento Roma: inizia con l’essenziale

A meno che non abbiate messo da parte un grosso budget, è improbabile che compriate tutti i vostri mobili per l’arredamento Roma contemporaneamente. E anche se quella bellissima lampada troppo cara è stata il tuo pensiero per diverse settimane, dovrà aspettare. Devi essere pratico! Vuoi arredare il tuo salotto? La tua stanza? Considera le funzioni principali di questi ambienti. Acquistare prima il divano e il letto sarà più essenziale che comprare quadri, candele o altri oggetti decorativi.

Considera l’aspetto funzionale

Le funzioni delle diverse stanze saranno il primo indicatore delle tue esigenze. Così, una sala da pranzo dovrebbe logicamente avere bisogno di un tavolo e delle sedie, per esempio. Ma i desideri e le attività specifiche per gli abitanti della casa ti guideranno anche nella scelta dei mobili. I lettori ferventi avranno tutto l’interesse ad investire in buoni scaffali e le fashioniste ovviamente vorranno un grande spogliatoio. Non meno importante: scegli i materiali adatti per l’uso che ne vuoi fare.

Ristrutturazione casa Bologna: gli strumenti necessari

ristrutturazione casa Bologna

La gamma di strumenti utilizzati per ristrutturare la tua casa a Bologna nella sua interezza è molto ampia. A seconda delle parti e degli elementi da rinnovare, potrebbero essere necessari solo pochi pennelli e un secchio di vernice o al contrario attrezzature costose e ingombranti come betoniere, impalcature, oggetti e utensili costosi. Ricorda che se prevedi di utilizzare questa attrezzatura per il lavoro di ristrutturazione casa Bologna, parte di essa può essere affittata anziché acquistata, il che ti eviterà di doverla conservare inutilmente.

Punto importante: sappi che i costi di questa attrezzatura saranno superiori rispetto a quando uno si rivolge a un professionista. Infatti, le imprese di ristrutturazioni Bologna hanno già gli attrezzi professionali e beneficiano anche di prezzi interessanti su strumenti e forniture. In caso di dubbio, non esitate a chiedere preventivi per i lavori che richiedono attrezzature o abilità, al fine di concentrarsi su quelli che saranno più economici da realizzare.

Ristrutturazione casa Bologna: il tempo

Uno degli aspetti più complessi della ristrutturazione casa Bologna, oltre al budget, è la gestione del tempo. In effetti, per un non professionista, pianificare ogni fase del lavoro può essere un vero rompicapo. Alcuni lavori devono essere fatti all’inizio e altri successivamente. Inoltre, a meno che non siate pensionati e abbiate l’opportunità di trascorrere molto tempo lì, i ritardi sono di solito molto più lunghi quando rinnovate la vostra casa da soli, se non altro perché avete meno tempo da dedicare e meno esperienza nel lavoro.

Infine, se si continua a vivere in una parte della casa, è anche necessario pianificare il lavoro in base alle parti che dovranno rimanere utilizzabili durante la durata della ristrutturazione. Pertanto, è spesso consigliabile affidare ai professionisti parte del lavoro (lavori strutturali, idraulici, elettricità, sostituzione di porte e finestre, isolamento dall’esterno, ecc.). Vivere in un cantiere non è sempre piacevole, quindi è necessario ridurre il periodo durante il quale non c’è accesso all’acqua o all’elettricità!

Ristrutturazioni Torino: consigli utili

ristrutturazioni Torino

Se stai cercando un professionista o un’impresa ristrutturazioni Torino a cui affidare i lavori di rinnovamento della tua casa, segui questi piccoli consigli per evitare di commettere errori. Oltre alle ditte che possono venire a sostegno di impianti idraulici o elettrici, la persona più importante di un progetto di ristrutturazione è l’architetto.

Perché hai bisogno di un architetto quando devi ristrutturare casa? Perché ha le competenze necessarie per questo progetto e sarà in grado di valutare le debolezze e criticità (l’impossibilità di mettere un riscaldamento a terra, per esempio) e di dirti da dove cominciare. Avendo l’esperienza necessaria, seguirà il lavoro nel modo più accurato possibile e sarà in grado di evitare le sviste, i ritardi ecc …

Considera il consumo di energia della casa da ristrutturare a Torino

L’energia elettrica sarà la voce di spesa più grande nella vostra casa. È importante determinare il bilancio energetico (da A a H …) e considerare le scelte che ti permetteranno di avvicinarti all’A. Ciò è particolarmente importante se pianifichi una rivendita in futuro. È quindi necessario adottare delle soluzioni ecologiche. Un tecnico del riscaldamento guiderà la tua scelta per combinare ecologia ed economia.

Attenzione all’inquinamento generato dai lavori edili

Non ci pensiamo necessariamente, ma tra materiali da costruzione, mobili, vernici, pavimenti e inquinamento generato, una casa può rapidamente saturarsi. È quindi molto importante pensare alla ventilazione, al rinnovo dell’aria, ecc. Valuta se è necessario installare aspiratori d’aria o rinnovare quelli esistenti.

Dai priorità ai tuoi bisogni nel tuo progetto di ristrutturazione casa Torino

Se andrai a vivere in questa casa a Torino, assicurati che i lavori di ristrutturazione che fai siano utili. Se ti piace camminare a piedi nudi sia in estate che in inverno, vedi se è possibile un pavimento riscaldato. Se ti piace intrattenerti con gli ospiti a cena, fai preparare una sala da pranzo. Se ti piace particolarmente la domotica, chiedi di ottenere un massimo di gadget … Ad ogni modo, pensa al massimo delle cose a monte, quindi non avere rimpianti!

Confezionamento prodotti alimentari

confezionamento prodotti alimentari
confezionamento prodotti alimentari

Confezionamento prodotti alimentari: quali materiali vengono oggi utilizzati

Scopriamo insieme per prima cosa quali sono i vari materiali utilizzati dalle aziende nel confezionamento prodotti alimentari.

La maggior parte dei prodotti alimentari viene risposta in confezioni che consentono di garantire un’igiene impeccabile e che offrono la possibilità di trasportare in modo semplice questi prodotti verso i punti vendita che li hanno richiesti. Dobbiamo ammettere che avere a disposizione una confezione, consente anche di commercializzare il bene al cliente finale con una maggiore semplicità, senza quindi che vi sia la necessità da parte del commerciante di provvedere in modo autonomo a questa operazione, che comporterebbe perdite di tempo e anche importanti perdite di denaro.

Ovviamente è di fondamentale importanza che la confezione in cui i prodotti alimentari sono riposti sia adatta allo scopo: non deve quindi in alcun modo alternare né il sapore né le sostanze nutritive presenti in quell’alimento e inoltre non deve in alcun modo rilasciare delle sostanze estranee che potrebbero essere magari anche tossiche. Il materiale considerato ideale per ogni genere di alimento, è il vetro, un materiale che se viene trattato nel modo adeguato risulta inoltre anche resistente al calore. Il problema del vetro però è la sua trasparenza: la luce potrebbe infatti alterare alcuni alimenti. L’alternativa più valida in questo caso è quindi l’alluminio, resistente ad ogni temperatura, sia a quelle molto elevate che a quelle molto basse, incapace di rilasciare sostanze dannose e di alterare il cibo, capace di schermare anche la luce in modo impeccabile. E per quanto riguarda le materie plastiche? Tra le migliori ricordiamo sicuramente il polipropilene, ideale soprattutto per la realizzazione delle vaschette. Tra gli altri materiali che è possibile scegliere, ricordiamo gomma, carta e cartone, cellulosa rigenerata, alluminio, ceramica.

Scegliere la tipologia di confezione

Scegliere la tipologia di confezione più adatta può essere difficile e spesso le aziende produttrici di alimenti non hanno né lo spazio sufficiente né la professionalità adeguata per gestire il confezionamento prodotti alimentari come sarebbe necessario. In questo casi è bene fare affidamento su ditte esterne specializzate proprio nel confezionamento di questi prodotti. Sono ditte che sanno scegliere quale sia la tipologia di confezionamento migliore per le specifiche esigenze dei vostri prodotti e per rispondere a quelle che sono le normative attualmente vigenti. Sono ditte inoltre che gestiscono in modo autonomo tutto il processo: si occupano quindi di venire a prendere i prodotti direttamente presso l’azienda produttrice, di portarli in sede, di confezionarli in modo adeguato, di stoccarli in magazzini di loro proprietà, solitamente sorvegliati e sicuri, di inviarli direttamente a coloro che li hanno richiesti. Grazie ad un servizio esterno di questa tipologia, l’azienda produttrice può pensare solo ai suoi prodotti e continuare a lavorare senza alcun tipo di preoccupazione

Arredamento negozio alimentare

arredamento negozio alimentare
arredamento negozio alimentare

Arredamenti per negozi alimentari: le soluzioni per diventare competitivi

Fino a qualche tempo fa si credeva che la presenza di supermercati di immense dimensioni davvero molto forniti potesse portare alla scomparsa dei negozi di alimentari. Non è stato così. La maggior parte delle persone infatti vuole poter gustare prodotti molto più genuini rispetto a quelli che è possibile scovare nei supermercati e spesso è anche alla ricerca di alcuni prodotti di nicchia, per poter dare vita a ricette davvero stravaganti, come quelle che si vedono in televisione, realizzate dai più grandi chef stellati del mondo interno. Arredamento negozio alimentare, una nuova soluzione alla crisi: così i negozi di alimentari stanno vivendo un rinnovato successo, ma è molto importante che cerchino di diventare sempre più competitivi per poter davvero scovare un numero sempre maggiore di clienti.

Per diventare competitivi i negozi di alimentari devono percorrere tre strade contemporaneamente:

  • Devono scegliere con estrema cura i prodotti da mettere in vendita, optando per prodotti che gli altri negozi di alimentari non offrono, per prodotti di nicchia, per prodotti di alcune marche davvero molto lussuose, per prodotti infine biologici e a chilometro zero.
  • Devono creare delle campagne di marketing online sui social network, così che sia possibile evitare che la cerchia di clienti sia quella del quartiere, così che sia possibile insomma allargare questa cerchia e aumentare i guadagni. Possono ovviamente anche integrare queste campagne di marketing online con la vendita via web di alcuni prodotti.
  • Devono scegliere degli arredamenti per negozi alimentari che siano innovativi.
  •  [...] 

    Variazioni catastali: quando è necessario farle

    variazioni catastali

    In alcuni casi si presenta la necessità di comunicare al Catasto le variazioni catastali che riguardano lo stato di un determinato immobile o di un edificio. I vari dati catastali che sono oggetto di aggiornamento vengono cambiati attraverso una specifica procedura online che deve essere eseguita da un professionista abilitato.

    Variazione catastale DOCFA

    Il proprietario dell’immobile, pertanto, si dovrà rivolgere all’architetto, all’ingegnere o al geometra, muniti di abilitazione, affinché si possa avviare la procedura nota come DOCFA, necessaria per potare a termine l’aggiornamento planimetrico con successo.

    Le ipotesi che comportano le variazione catastali, con il conseguente obbligo di comunicazione all’Agenzia del Territorio, sono tutte quelle che implicano un cambiamento sulla struttura e sullo stato dell’immobile.

    Altersì, vi rientrano quelle situazioni che hanno determinato un frazionamento o un ampliamento della superficie, per effetto di suddivisioni, annessioni o cessioni di quote. Naturalmente anche il ricorrente cambio di destinazione d’uso, ad esempio da abitazione a negozio, implica una variazione catastale.

    Quando comunicare le variazioni catastali

    In genere, quindi, quando si decide di ristrutturare un immobile si generano le ipotesi in cui bisogna comunicare la variazione catastale. Ecco le più ricorrenti:

    • in seguito alla diversa distribuzione della cucina, del bagno e degli altri spazi interni, per via della ristrutturazione che ha comportato lo spostamento dei tramezzi;

    • nell’ipotesi in cui le varie unità immobiliari siano state frazionate oppure accorpate;

    • quando vengono realizzati solai, soppalchi, terrazzi e altre nuove superfici praticabili;

    • nel caso in cui avvenga un ampliamento del piano casa.

    L’elenco non è esaustivo, in quanto la legge prevede che la comunicazione online DOCFA deve essere eseguita anche se sono intercorse variazioni toponomastiche e indicate nella visura catastale, quali il nome del proprietario dell’immobili o il suo indirizzo.

    Infine, oltre che nell’eventuale cambio di destinazione d’uso, la comunicazione di variazione catastale deve essere eseguita anche quando occorre regolarizzare le sanatorie edilizie e prima di effettuare un rogito notarile.

    Di regola la planimetria si deve aggiornare entro il termine di 30 giorni da quando vengono ultimati i lavori. Il proprietario dell’immobile dovrà prontamente rivolgersi al tecnico abilitato di fiducia per ottemperare alla variazione nei tempi prescritti. In mancanza, infatti, sono previste sanzioni pecuniarie piuttosto severe.